Di ritorno dal viaggio di nozze..

 

 

 

Di ritorno dal nostro viaggio di nozze ci siamo sentiti di usare questo strumento, il “NOSTRO NOTIZIARIO” per esprimere un grande GRAZIE a tutta la comunità, che ha saputo accompagnarci nella preparazione del nostro matrimonio e che in quel giorno ha saputo gioire e partecipare alla celebrazione. UnItà PAstorAle s. MArtA - S. Maria MdC - ss. trInItà - S. Matteo Notiziario Parrocchiale 12-19 ottobre 2014 Anno XI Numero 31 Vi voglio raccontare un pomeriggio di questa settimana a Betania. Sono collaboratrice del gruppo “sempre giovani”. Non tutti ci conoscono: siamo un gruppo, a dire il vero non molto numeroso, di persone più o meno adulte o se volete più o meno anziane. Ci ritroviamo amichevolmente e piacevolmente una volta al mese, come unità pastorale, per condividere momenti di riflessione, di socializzazione, di preghiera e di approfondimento culturale. Giovedì ho vissuto una esperienza che mi ha toccato nel profondo e mi ha fatto riflettere. Era la giornata di Betania dedicata agli anziani e ai malati e nel pomeriggio ci siamo ritrovati in S. Maria per pregare con il Rosario e partecipare alla Santa Messa. Don Luigi ha accolto e salutato uno ad uno i presenti e con la sua consueta attenzione e preparazione ha celebrato, insieme a Don Paolo, una messa sentita e partecipata. Ma quello che mi ha commosso più di tutto è stato il momento dell’Unzione degli Infermi. Vedere con quanta dignità, quanto sentimento e quanta fede gli anziani si sono lasciati toccare la fronte e con le mani aperte ricevere l’olio, è stato per me un momento veramente forte. In questo mondo lacerato dall’individualismo dove si corre sempre e non si ha mai il tempo per riflettere sul dono della vita che il Signore ci ha dato, bisognerebbe imparare da queste persone la semplicità, la spontaneità, la tenerezza nella loro fragilità e la fiducia che ripongono nell’amore di Dio nostro Padre. Maria Abbiamo sentito l’affetto, la condivisione di ognuno di voi, proprio come una grande Famiglia, quella Chiesa che si riunisce intorno ad unica mensa. Un grazie speciale al coro, formato da tante persone, che hanno saputo mettere insieme diverse età, diversi caratteri, le diverse idee, diverse “voci” e diversi impegni, per rendere ancora più gioiosa la nostra festa. Ora che la concitazione del momento è passata inizia per noi la vera e propria avventura, e siamo convinti che voi, la nostra comunità, ci farete sentire famiglia dentro una più grande e ampia famiglia. Noi ci impegneremo a tenere aperta la nostra porta, nonostante la distanza, cercheremo di essere presenti in quel progetto a cui il Signore ci ha chiamati. Ancora GRAZIE. Con immenso affetto.

Jappo e Ila.

 

Pagina vista 933 volte